Presentazione

Nel 2018 e 2019 stiamo riproponendo i più straordinari itinerari che abbiamo personalmente provato per voi nel 2017, tra questi la Thailandia, la Moldova e finalmente ecco il Laos e la Cambogia per iniziare il nuovo anno!

Siamo partiti noi dello Staff: Roberto e Simona, siamo partiti con lo zaino in spalla e siamo andati dall’altra parte del mondo perchè ci piace e ci serviva testare le suggestioni dei luoghi nel sudest asiatico.

Ovviamente come al solito non volevamo il solito itinerario turistico già predigerito adatto al turismo di massa, siamo andati a cercare gli aspetti meno noti della Penisola indocinese viaggiando per tra Vietnam, Laos Cambogia e Singapore.

Tra gli altri abbiamo preparato questo itinerario in Laos appositamente pensato per fotografi appassionati di etnie, di viaggi antropologici e di paesaggio. In Laos al confine con la Cina abbiamo trovato i villaggi più isolati, quelli meglio conservati, quelli meno contaminati dal nostro stile di vita frenetico, villaggi raggiungibili solo a piedi con un facile trekking di 3 giorni, adatto a chiunque sia abituato a camminare per qualche ora.

Il Laos

In Laos la gente vive in capanne di legno e paglia e anche noi andremo a dormire lì per due notti, con un pò di spirito di adattamento arriveremo a fotografare ciò che è impossibile vedere in altri viaggi da queste parti: nei villaggi incontreremo gli sciamani, vedremo le loro danze, fotograferemo la gente sempre molto ospitale e disponibile, gente di campagna che ha più voglia di socializzare che di vendere collanine e ricordini turistici.

Ci muoveremo via terra e via fiume, avremo a disposizione un pulmino privato che ci accompagnerà fin dove possibile, poi a piedi proseguiremo su percorsi praticamente inesplorati, dove avremo necessità di una guida locale che farà da interprete per noi.

L’anno scorso ho passato 60 giorni a viaggiare nel Laos e in tutto il Sudest Asiatico. Siamo andati alla scoperta di grandi culture e ne sono tornato con una fortissima voglia di condividere tutto questo con chi vorrà seguirmi in questa meravigliosa scoperta.

Se vuoi partire con noi riempi il form verde qui in basso e ti daremo tutte le info per partecipare.

Buona Luce

Roberto Gabriele, fotografo e Capogruppo

Laos

Etnie nei villaggi. Foto: © Roberto Gabriele

GLI IMPERDIBILI DEL VIAGGIO:

Il Laos è straordinario e selvaggio, un paese di antiche tradizioni e con etnie perfettamente conservate.

In questo itinerario ho costruito un viaggio appositamente per la tua voglia di fare fotografia e ho inserito alcune delizie fotografiche imperdibili che a mio avviso sono le cose più interessanti:

  1.  I Villaggi
  2.  Gli Sciamani
  3. Il fiume
  4. Luang Prabang, Patrimonio dell’UNESCO
  5. I Monaci buddisti nei templi
  6. Il Trekking tra le etnie Akha e Hmong

Programma di viaggio SINTETICO

Laos

Tramonto laotiano. Foto: © Roberto Gabriele

2 gennaio: ITALIA – LAOS (-/-/-)

Partenza dall’Italia con voli di linea per il Laos. Notte in volo. Pasti e pernottamento a bordo

 

3 gennaio: arrivo – VIENTIANE (-/-/C)

Arrivo in Laos, disbrigo delle formalità burocratiche di ingresso e trasferimento in città. Tour fotografico di mezza giornata con la Guida Locale a Vientiane. Pernottamento in hotel

 

4 gennaio: VIENTIANE – volo – OUDOMXAI – MUANGKHUA (C/P/-)

Prima Colazione in hotel. Mattinata a disposizione per ulteriori set fotografici a Vientiane sempre accompagnati dal Capogruppo fotografo. Pranzo in ristorante tipico. Trasferimento all’aeroporto in coincidenza con volo interno per Oudomxai (incluso). Trasferimento a Muangkhua con primo tour tribale nel villaggio Akha. Pernottamento a Muangkhua in strutture alberghiere molto semplici ma dignitose

 

5 gennaio: MUANGKHUA (C/P/-)

Dopo Colazione faremo una giornata intera a Muangkhua con visite ai villaggi delle etnie Akha e Hmong durante il transfer verso la frontiera Vietnamita. Pranzo in ristorante tipico. Rientro per il pernottamento a Muangkhua

 

Laos

Ragazza con tipico vestito in argento. Foto: © Roberto Gabriele

6 gennaio: MUANGKHUA – trekking – AKHA POLI (C/P/-)

Iniziamo con la colazione in hotel. Partenza alle 8:00, trasferimento di 2 ore in minivan al punto di partenza del trekking. Si cammina in ambienti ameni con splendidi panorami di montagne e risaie. Ci vogliono circa 2h30′ per raggiungere il villaggio della comunità Akha Poli dove si pernotta in homestay (è richiesto spirito di adattamento).

 

7 gennaio: AKHA POLI – AKHA PALA – KHMU – LAOBITE (C/P/-)

Fatta la colazione alle 8,00 partenza su un percorso in montagna, su piccoli sentieri con pendenza accessibile con bei panorami. Si attraversa un po’ di foresta, piccoli campi di riso. Ci vogliono circa 2h30′ per raggiungere il villaggio della comunità Akha Poli dove si pranza entrando in contatto con la cultura locale. Si prosegue visitando altri villaggi delle comunità Khmu a Laobite. Pernottamento in homestay (è richiesto spirito di adattamento)

 

8 gennaio: LAOBITE – KHMU – BUAMPHA – PAKNAMNOI – MONSVAN – MOUNG KHUA (C/P/-)

Faremo colazione e poi si parte alle 8:00. Piacevole trekking passando per risaie a terrazze, paesaggi montani con una bella vista. Circa 2h30′ per arrivare al villaggio della comunità Buampha dove termina il percorso.

Prima di dirigerci a Moung Khua ci fermiamo al mercato locale di Paknamnoi ed al villaggio Monsvan, per vedere la produzione del whisky laotiano. Arrivo e pernottamento a Moung Khua in homestay (è richiesto spirito di adattamento)

Laos

La preparazione del whiskey laotiano. Foto: © Roberto Gabriele

9 gennaio: MOUNG KHUA – NAM THUEM – LUANG PRABANG (C/P/-)

Se avremo tempo faremo colazione in albergo, altrimenti porteremo con noi dei cestini. Partenza in bus per Luang Prabang. Durante l’itinerario si visita il villaggio Nam Thuem. Pranzo in ristorante tipico. Arrivo e pernottamento a Luang Prabang

 

10 gennaio: LUANG PRABANG – partenza (C/-/-)

Colazione in hotel. Per chi ha i voli in partenza la mattina trasferimento in aeroporto in coincidenza con i voli di rientro in Italia. Per chi ha i voli in partenza nel pomeriggio, mezza giornata di visite ai Templi Wat Visoun, Wat Aham, Wat Xieng Thong e Wat Sene.

Pranzo in ristorante tipico. Trasferimento in aeroporto in coincidenza con i voli di rientro in Italia

Laos

Il tempio d’oro a Luang Prabang. Foto: © Roberto Gabriele

11 gennaio: ITALIA (-/-/-)

Arrivo a destinazione e termine dei nostri servizi.

Piani di volo:

Operativo voli consigliato Thai Airways (TG) / Bangkok Airways (PG) da Roma:

  • 945 TG 02JAN Fiumicino-Bangkok 13.30 arrivo 06.05 del 3 gennaio
  • 2570 03JAN Bangkok-Vientiane 11.25 arrivo 12.35
  • 7055 10JAN Luang Prabang-Bangkok 17.25 arrivo 18.55 (operato PG)
  • 944 11JAN Bangkok-Fiumicino 00.01 arrivo 05.55


Piano voli consigliato Singapore Airlines (SQ) / Silkair (MI) da Milano:

  • 377 SQ 02JAN Malpensa-Singapore 12.40 arrivo 07.35 del 3
  • 5387 03JAN Singapore-Vientiane 09.00 arrivo 13.00 (operato MI)
  • 5387 10JAN Luang Prabang-Singapore 12.00 arrivo 18.00 (operato MI)
  • 356 10JAN Singapore-Malpensa 23.45 arrivo 05.55 dell’11
Laos

Interno familiare. Foto: © Roberto Gabriele

Costi del viaggio:

VALIDITA’ MINIMO 6 PARTECIPANTI:
Quota per persona in camera doppia € 2.775
Quota per persona per prenotazioni ENTRO IL 31 AGOSTO € 2.525
Supplemento singola € 525

Voli dall’Italia in classe economica a partire da € 910,00 per persona (tasse incluse, prezzo suscettibile di variazioni)

La quota comprende:

  • Viaggio Fotografico esclusivo (non esisteva prima, è stato creato apposta per noi su richieste del Capogruppo) di 10 giorni / 7 notti in Laos
  • Accompagnatore/fotografo Roberto Gabriele e assistenza sul posto
  • Coaching fotografico per tutta la durata del viaggio
  • Guida di viaggio scritta dal Capogruppo (programma dettagliato, notizie, mappe, curiosità, approfondimenti culturali, gli orari per fotografare i monumenti, cenni storico /  geografici / architettonici, tutorial fotografici e altro ancora)
  • Sistemazione negli alberghi sopra menzionati (o similari)
  • Trattamento come da programma
  • Guida parlante in lingua inglese
  • Volo interno Vientiane-Oudomxai in classe economica
  • Tutti gli ingressi citati nel programma
  • Pasti menzionati come da programma
  • Supplemento alta stagione
  • Assicurazione medico/bagaglio

Non comprende:

  • Voli intercontinentali (quota indicata a parte, soggetta a cambiamenti fino all’emissione dei biglietti)
  • Supplemento in caso di meno di 6 partecipanti (da quantificare)
  • Eventuali ingressi in luoghi non indicati nel programma
  • Pasti non menzionati
  • Bevande ai pasti
  • Mance a guide ed autista
  • Extra di carattere personale
  • Assicurazione annullamento facoltativa da richiedere contestualmente alla conferma del viaggio
  • Tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “la quota comprende”.

Hotel:

Alberghi previsti (o similari):

  • Vientiane Best Western Vientiane Hotel 3* (Deluxe Room)
  • Muang Khua Sernnali Hotel 2*
  • Akha Poli pernottamenti in homestay, si richiede spirito di adattamento
  • Laobite pernottamenti in homestay, si richiede spirito di adattamento
  • Moung Khua pernottamenti in homestay, si richiede spirito di adattamento
  • Luang Prabang Luangprabang View Hotel 4* (Standard King Bed)
Laos

I ristorantini locali sono vuoti già alle ore 21,00! Foto: © Roberto Gabriele

MAPPA del viaggio:

Quella che segue è la mappa del nostro viaggio, ecco a cosa corrispondono i colori:

  • rosso trovi i voli interni
  • blu ci sono i tratti di strada in bus privato
  • verde il trekking a piedi (nota: questo percorso non è attendibile, perchè i villaggi in cui andremo sono talmente piccoli che non sono neanche riportati su Google, ma li conosce benissimo la nostra Guida Locale!)

INFO E ISCRIZIONI:

La Direzione Tecnica del Viaggio, ossia tutta la parte legata alla vendita del Pacchetto di Viaggio, la logistica, la Direzione Tecnica, le Sistemazioni Alberghiere, i Servizi a Terra, il noleggio del pulmino, le Assicurazioni obbligatorie e tutti gli adempimenti contrattualistici, fiscali e amministrativi, Vi rimandiamo al Tour Operator www.tibiworld.com di Roma, gli indirizzi sono indicati qui sotto.

TIBI World

TiBiWorld Tour Operator di Tebor srl
Via La Spezia 65 – 00182 Roma
Tel. +39 06 7022871
Fax. +39 06 94516136
IATA 38257984
autorizzazione/licenza: 2955 del 28/04/2008
polizza rc n° 1505001142 Filodiretto
www.tibiworld.com

 

Richiedi un preventivo senza impegno con il form verde e ricevi SUBITO il TUTORIAL GRATIS

 

Se sei interessato a questo Viaggio riempi SENZA IMPEGNO il FORM VERDE qui accanto e riceverai immediatamente:

  1. SUBITO GRATIS (anche se non ti iscrivi) il Tutorial di Roberto Gabriele su come fotografare la gente in viaggio.
  2. Le quotazioni esatte di volo e hotel da tutti gli aeroporti d’Italia
  3. Il Programma dettagliato di viaggio


Per favorire la formazione del Gruppo, questo Viaggio Fotografico parte con minimo 6 persone.

Laos tribale
con Viaggio Fotografico

2-11 gennaio 2019

Richiedi info

Nome e Cognome

La tua email (richiesto)

Cellulare

Aeroporto di partenza preferito

Roma FiumicinoMilano Malpensa
SCELTA SERVIZI:
Pacchetto in doppia in abbinamento - 2525,00 € (fino al 31 agosto 2018, poi 2775,00€)Supplemento Singola: 525,00 EuroVoglio anche la Cambogia: Quota a persona TOTALE 2 Viaggi con SCONTO COMBO € 4.285 (fino al 31 agosto 2018, poi dall'1 settembre € 4.535]

In quale fascia oraria preferisci essere contattato?

Numero persone, commenti, domande, stanza Doppia o Singola...

Riceverai una email con tutti i dati per fare il Bonifico e ufficializzare la tua iscrizione

SI ACCONSENTO al trattamento dei miei dati.
Leggi le nostre condizioni di Privacy

Il Capogruppo:

Roberto_9615Il Tour Leader di questo viaggio sarà Roberto Gabriele, a soli 23 anni ha iniziato la sua carriera professionale aprendo uno Studio Fotografico e iniziando a Viaggiare e ad insegnare fotografia. Dal 2008 è anche Accompagnatore Turistico, al suo attivo più di 80 Gruppi accompagnati in 4 Continenti a fare fotografie su Itinerari selezionati. Roberto Gabriele è il Fondatore e WEB Master di questo sito che nasce per organizzare programmi appositamente studiati per dare a chi fa fotografia la possibilità di viaggiare in compagnia di altri appassionati e professionisti, per conoscersi, scambiare opinioni, consigli ed esperienze. Ha al suo attivo una lunga esperienza di viaggi fotografici in fuoristrada e campi tendati in deserti e savane africane, in sudamerica e in Yemen.

INFO LINE:

Per ogni info logistica, fotografica e sul viaggio contattare: Roberto Gabriele:

3473790441
robertogabrielefotografo@gmail.com 

Laos

Monaco al lavoro lungo il Mekong a Luang Prabang. Foto: © Roberto Gabriele

Note generali:

L’itinerario non è da considerare “standard” ma costruito su misura “metro per metro” per mostrare il meglio della destinazione. In un Viaggio Fotografico il Capogruppo così come la Guida, e i Partecipanti, dovranno tenere ben presente la possibilità di partenze anticipate al mattino presto e/o tempistiche più lunghe durante le giornate. Nel caso ci siano avvenimenti speciali, il programma del giorno darà la priorità a questi eventi e potrà quindi variare in corso d’opera. Quanto non visto nel programma originale verrà “recuperato”, se possibile, nei giorni successivi. Per questo tipo di viaggi il Tour Operator garantisce la sua fattiva collaborazione, supporto e contatto quotidiano in caso di necessità.

Quanto non visto nel programma originale verrà “recuperato”, se possibile, nei giorni successivi. Per questo tipo di viaggi garantiamo la fattiva collaborazione della guida ed un nostro supporto e contatto quotidiano in caso di necessità.

Per scattare le fotografie agli abitanti del posto ci si attiene alle regole generali che sono da rispettare ovunque nel mondo, ossia chiedere sempre il permesso. Aiuterà molto interagire con le persone, dopo aver scattato la foto, mostrando alla persona fotografata l’immagine appena scattata. Sono assolutamente invece da evitare scatti di obiettivi militari, strategici, e in generale qualunque cosa riguardi la polizia o l’esercito.

Il programma potrà essere modificato (se possibile e a discrezione del Capogruppo e della Guida Locale) anche nei giorni e negli orari a seconda delle esigenze climatiche, meteorologiche o logistiche imposte di volta in volta da orari e disponibilità.

Laos

Le cascate a Luang Prabang. Foto: © Roberto Gabriele

Documenti e Visto:

Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi oltre le date del viaggio. Il Visto di ingresso si compra all’arrivo. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso TIBIWorld.

DURANTE IL TREKKING:

Quando inizierà il trekking le valigie verranno lasciate nel minivan che ci accompagna. Procederemo quindi con uno zainetto e l’occorrente per le 2 notti al villaggio ossia: copia passaporto ed eventuale copia visto, abiti e scarpe di ricambio, felpa e kway, crema/spray anti zanzare, crema solare, asciugamano/telo mare, sandali da bagno, costume da bagno. Le valigie verranno recuperate alla fine del trekking.

Durante il trekking l’alloggio sarà in casette di legno nei villaggi. Una via di mezzo tra una capanna e un bungalow, ovviamente molto semplice. Nel villaggio ci sarà la corrente per caricare batterie e/o altro. Consigliamo però, onde evitare imprevisti, di portare anche dispositivi personali alternativi.

Laos

Donna al ritorno dal lavoro nei campi. Foto: © Roberto Gabriele

La Nostra Formula:

In Viaggi come questi itineranti NON facciamo devi veri e propri workshop con noiose slides, preferiamo scattare sotto la guida dei nostri Coaches fotografi che ti faranno un vero e proprio Corso di Fotografia Personalizzato a partire dalle tue conoscenze per farti migliorare con LA NOSTRA FORMULA. Clicca sul link per saperne di più.

 

Condizioni meteo e climatiche:

Il periodo migliore per visitare il Laos va da novembre a febbraio, visto che il clima è secco e fresco. A novembre si possono ancora vedere dei tifoni, e in genere da febbraio il caldo comincia ad aumentare, e si possono superare i 35 gradi; il periodo migliore in assoluto sarà allora metà dicembre – fine gennaio; in questo periodo l’umidità non è elevata e le notti permangono fresche. Ricorda che in inverno di notte può fare freddo in tutto il Paese, tanto che le minime possono scendere sotto i 10 gradi, ma soprattutto al nord, dove si possono avvicinare in qualche caso persino allo zero. Per saperne di più clicca su QUESTO LINK.

A Luang Prabang, la città più vicina al nostro tour, nel nostro periodo le temperature si aggirano intorno ai 14 gradi di minima e i 28 di massima. Sarà quindi sufficiente un maglione pesante o un pile per la notte e si starà benissimo a maniche corte durante il giorno, essendoci poi le piogge scarse con soli 8 mm di pioggia media in un mese e solo un giorno di precipitazioni durante tutto gennaio (questei sono dati climatici statistici medi e pertanto piuttosto attendibili ma ovviamente non garantiscono nulla).

Laos

Villaggio Akha. Foto: © Roberto Gabriele

Trasporti:

Gli spostamenti da e per la Capitale saranno tutti con pulmino guidato da autista e vengono garantiti tutti i costi senza supplementi per il carburante. In loco, tra i villaggi rurali ci sposteremo a piedi.

Il muoverci a piedi ci permette di avvicinarci con calma e discrezione alle persone e alla loro vita quotidiana e di arrivare in posti impossibili da raggiungere con altri mezzi. Muoversi in questo modo è il sistema migliore per entrare in un atteggiamento empatico con le popolazioni locali rispettandone lo stile di vita.

In questo modo di muoverci lento e rispettoso aumentiamo il godimento del viaggio anche per quanto concerne la parte fotografica.

 

Guida locale:

Per esaltare al massimo la percezione del viaggio avremo con noi una guida locale in Laos che oltre a farci scoprire il senso del viaggio, ci darà informazioni sul percorso e ci farà da interprete in quelle 1000 situazioni in cui servirà parlare con la gente locale per comprare qualcosa o per fare un ritratto fotografico o chiedere come avvenga il processo di coltivazione del riso direttamente ad un contadino che andremo ad intervistare…

La Guida locale è già stata informata abbondantemente delle specificità del nostro Viaggio Fotografico, tanto diverso da ogni altro tipo di itinerario turistico e anche diverso da qualunque altro itinerario fotografico in circolazione perché assolutamente unico e studiato apposta per noi in collaborazione diretta con il Capogruppo Roberto Gabriele.

La Guida ovviamente conosce il Laos, ma anche e soprattutto la lingua perchè la gente delle campagne laotiane non conosce altro che il proprio dialetto, la Guida ci farà da interprete PARLANDO IN INGLESE CON NOI. Sarà quindi a nostra disposizione per farci scoprire, a volte anche improvvisando, le varie realtà che via via potranno destare il nostro interesse fotografico come ad esempio la preparazione di un cibo particolare o dei particolari momenti di vita locale nei villaggi.

Grazie alla guida riusciremo quindi ad interfacciarci come dei veri reporter con le persone ed entrare in contatto ravvicinato con loro, avendo il giusto canale di entratura culturale. Ecco quindi che il ruolo della Guida in Laos è fondamentale per la riuscita del nostro viaggio.

Laos

Giovani monaci in preghiera. Foto: © Roberto Gabriele

Attrezzatura Fotografica:

non occorrono attrezzature fotografiche particolari per iscriversi a questo Viaggio Fotografico. Una Reflex digitale o una Mirrorless sono sicuramente preferibili a compatte e cellulari, ma non necessarie, anche un paio di ottiche di diversa lunghezza focale o luminosità sono sicuramente più versatili rispetto ad una sola.

Ricorda infine che i nostri Viaggi Fotografici NON sono nè gare a chi ha l’ attrezzatura più costosa, nè concorsi fotografici in cui dimostrare di essere più bravi degli altri.

Note fotografiche generali:

Per scattare le fotografie agli abitanti del posto ci si attiene alle regole generali che sono da rispettare ovunque nel mondo, ossia chiedere sempre il permesso. In alcuni Paesi aiuterà molto ad interagire con le persone, dopo aver scattato la foto, mostrare alla persona fotografata l’immagine appena scattata.

Per questo motivo sono assolutamente da evitare SEMPRE scatti di obiettivi militari e strategici (porti, aeroporti, stazioni ferroviarie e ponti), e in generale qualunque cosa riguardi la polizia o l’esercito. Il buon senso e i consigli del Capogruppo/Fotografo faranno il resto.

Laos

Donna di etnia Hmong. Foto: © Roberto Gabriele

A chi è rivolto questo viaggio:

Il Viaggio è rivolto a tutti coloro i quali vogliano fare e imparare a fare fotografia. Tutti i Partecipanti del viaggio saranno seguiti dal coach fotografo Roberto Gabriele che li seguirà giorno per giorno, foto dopo foto, 24 ore al giorno secondo LA NOSTRA FORMULA personalizzata sulle esigenze del singolo Allievo.

Basta avere la curiosità di imparare qualcosa di nuovo ed essere disposti agli orari e i tempi necessari per la fotografia.

Il Viaggio è adatto anche a chi non sia amante della fotografia, ma interessato solo alla parte culturale del Programma, è bene però che ciascuno sia informato che gli orari, il programma e le modalità del viaggio sono specificamente impostate per la parte fotografica.

Questo significa, ad esempio, che ci si alzerà presto al mattino e che la sera dopo il tramonto e prima di cena ci si riunisce a guardare insieme le foto fatte.

E’ necessario quindi che di questi aspetti siano ben informati anche coloro i quali venissero in funzione di “accompagnatori” per non dare loro false aspettative sulle finalità del viaggio stesso.

Infine la nostra esperienza quindi ci fa tranquillamente dire che in tutte le occasioni in cui siano venute con noi persone “non fotografe” alle quali avevamo specificato tutto questo, la loro percezione del viaggio è stata sempre perfetta ed entusiastica, perchè i nostri ritmi lenti di viaggiare con la fotocamera permettono a chiunque di godere i luoghi e gli eventi con i tempi giusti anche per un viaggiatore non interessato alla fotografia.

Laos

Tramonto a Luang Prabang. Foto: © Roberto Gabriele

Potrebbero interessarti anche questi articoli: