Presentazione:

Se c’è un viaggio classico tra i classici, una meta che non deve mancare ad ogni viaggiatore, questo è proprio il Perù! Un Paese lontano e ancora molto legato alle sue tradizioni, ai suoi usi e costumi in cui è un piacere viaggiare e fotografare. Abbiamo previsto un programma fantastico, incredibile e pienissimo di attività e set fotografici stimolanti.

Il nostro viaggio si svolgerà quasi tutto a quote elevate andando a fotografare i vari aspetti di una cultura millenaria che trova le sue origini nell’antico popolo Inca. Ci sposteremo lungo la Cordillera delle Ande, costeggeremo l’Oceano Pacifico percorrendo un tratto della lunghissima Panamericana, saliremo fino alla cima di Machu Picchu e alle sue rovine terrazzate a picco sul fiume Urubamba a bordo di un trenino sferragliante che si arrampica per noi diventando un vero “viaggio nel viaggio”. E poi ci sono i mercati traboccanti di merci, la gente vestita con abiti tipici, con colori sgargianti e disegni geometrici. Navigheremo sul lago Titicaca che è il più alto del mondo e raggiungeremo le isole flottanti artificiali costruite in giunchi dalle comunità locali. E poi ancora: saline e deserti, piramidi e antiche cinte murarie megalitiche…

Un programma fitto e intenso che ti permetterà di scoprire un Paese e le sue mille sfaccettature, chiunque sia andato in Perù ne è tornato sempre soddisfatto, ho sentito decine di viaggiatori raccontarmi storie affascinanti su questo Paese, vieni a fotografarlo con me e preparati a raccontare le tue storie.

Per chi è questo Viaggio Fotografico?

E’ un viaggio sicuramente adatto per fotografi paesaggisti, di natura e etnici ed è anche per chi ama la storia e l’archeologia senza disdegnare una parte di avventura ai confini del mondo. Come tutti i nostri programmi di Viaggio Fotografico è un itinerario pensato per chi vuole fare una grande esperienza fotografica, a chi sappia aspettare il momento e l’ora giusta per fare una grande foto. A chi abbia il piacere di viaggiare lentamente, senza stress anche se in situazioni non sempre facili. E’ necessario sapere infatti che per come è conformato il Paese dal punto di vista geologico, per il tipo di strade che ci sono le condizioni di viaggio saranno le migliori possibili, ma i tempi di spostamento sono a volte lunghi, ma senza di essi non sarebbe possibile fare il viaggio e non sono raggiungibili in altri modi che non via terra. Questo però ci permetterà di poterci fermare in qualsiasi momento a fare foto, a prendere una boccata di aria fresca e a fare scatti su location anche lontane da quelle prettamente turistiche. E anche dove non saremo soli, cercheremo a maggior ragione di fare “foto nostre” con il giusto tempo necessario a farle, approfondendo con il Capogruppo le tecniche e i contenuti.

Il Perù è un sogno che si realizza anche se viaggiare da quelle parti non è facile perchè oltre alla distanza in ore di volo dall’Italia, ci si mettono di mezzo altri fattori come l’altitudine, si sta quasi sempre oltre i 2000 metri sul livello del mare e si arriva ad un passo di montagna a quota 4900! Per camminare sarà necessario acclimatarsi arrivando in quota lentamente per abituarsi alla rarefazione dell’aria e questo ovviamente lo faremo. Il viaggio richiede una buona salute fisica, nulla di particolare ma è bene ascoltare un parere medico prima di partire soprattutto in presenza di patologie cardiorespiratorie e circolatorie precedenti. E comunque sensazioni di stanchezza o nausea potranno colpire chiunque: la “Maledizione di Montezuma” potrà cercare di rovinare il viaggio a chiunque non la sappia accettare e affrontare con il giusto spirito!!!

Se però ti piace la fotografia etnica e il Paesaggio, potrai superare ogni difficoltà di questo viaggio che ti darà emozioni talmente forti che dimenticherai ogni problema.

Programma:

20 agosto lun – Roma – LIMA

Partenza dall’Italia con volo di linea. Scalo a Madrid. Proseguimento per il Perù.

21 agosto mar – LIMA

Arrivo all’aeroporto internazionale di Lima “Jorge Chavez” la mattina del 21 agosto. Dopo il disbrigo delle formalità d’ingresso e il ritiro dei bagagli incontreremo un incaricato per il trasferimento in hotel. Early check-in. Mattina libera per riposarsi dopo il volo intercontinentale e per essere pronti ad un tour fotografico pomeridiano. Dopo il pranzo libero si esce per la visita di un quartiere particolare di Lima, una città caotica, allegra, grandissima. Coperta dalla nebbia (la garua) per la maggior parte dell’anno che tanto stona con i colori delle case e i sorrisi delle persone. Con i suoi quasi 9 milioni di abitanti a Lima si concentra un terzo della popolazione nazionale. Si raggiunge il “Barranco”, uno dei più bei punti della città situato a pochissima distanza dal quartiere Miraflores e dalla spiaggia. A partire dai primi del Novecento il quartiere Barranco si è trasformato in un laboratorio artistico e culturale a cielo aperto, con grandi trasformazioni urbanistiche e cromatiche. Da vedere la Bajada a los Baños, una stradina che scende dal quartiere fino alla spiaggia, e il vicino Puente de los Suspiros, che pur richiamando nel nome il più celebre ponte veneziano, ne differisce per struttura (è in ferro battuto) e significato. Interessanti i monumenti, le piccole case decorate, ma anche i musei, tra i quali spicca “MaTe”, una vasta collezione fotografica del celebre Mario Testino, natio di Lima. Sosta alla “Taberna Isolina” dove assaggeremo una bevanda ed un panino tipico peruviano. Cena libera. Pernottamento.

22 agosto mer – LIMA/AREQUIPA (con volo interno)

Prima colazione. Nella mattina trasferimento all’aeroporto di Lima per prendere il volo verso Arequipa (2.328 m.s.l.m.), la seconda città più popolosa del Perù. Inizio delle visite della città bianca con un tour fotografico del centro storico con la Catedral, Plaza de armas, chiesa della Compañia de Jesus, Casa Tristán del Pozo. Pranzo. Proseguimento per il Monastero di Santa Catalina. Rientro in hotel. Pernottamento.

Foto: © Roberto Morgi

23 agosto gio – AREQUIPA/COLCA/CHIVAY

Prima colazione. Partenza in direzione Canyon del Colca. Si attraverseranno le pampa di Cañahuas, uno dei pochi posti al mondo in cui si possono osservare le vigogne allo stato brado, in questa immensa riserva si trovano anche lama e alpaca. Durante il tragitto sarà possibile ammirare le bellissime terrazze di origine precolombiana, che tuttora vengono coltivate dagli indigeni Collaguas. Il punto più alto che raggiungeremo sarà Patapampa (4.900 m), per poi discendere fino a Chivay (3.600 m). Pranzo al sacco. Cena libera. Pernottamento.

24 agosto ven – CHIVAY/CROCE DEL CONDOR/CHIVAY/PUNO

(Chivay/Croce del Condor/Chivay: 42km – 01h15 di tragitto)
(Chivay/ Puno: 278km – 05h20 di tragitto)
Prima colazione. Partenza al mattino presto per la Cruz del Condor da dove si gode un bellissimo panorama della Valle del Colca. Lungo il percorso si effettueranno alcune soste per poter ammirare e fotografare il paesaggio. Arrivati alla Cruz, con un po’ di fortuna potremmo fotografare il maestoso volo dei condor, che approfittano delle correnti ascensionali del canyon per venire a volare vorticosamente sopra le nostre teste. Rientro a Chivay con sosta al villaggio di Maca per poter visitare brevemente una delle chiesette coloniali più ricche della vallata. Proseguimento per Puno (3.800 m) con sosta a Lagunillas, dove le montagne si rispecchiano sull’acqua azzurra della laguna creando un magico gioco di colori. Arrivo nel tardo pomeriggio. Pranzo al sacco. Cena libera. Pernottamento.

Foto: © Eduardo Alarcon

25 agosto sab – PUNO

Prima Colazione. Tour fotografico alle Isole galleggianti degli Uros, indigeni di origine Aymara il cui stile di vita e forte tradizione hanno sempre attirato la curiosità dei visitatori: chiamati anche tribù dell’acqua, vivono su isole di canna di totora (giunco), che utilizzano anche per la costruzione delle loro capanne e imbarcazioni; vivono principalmente di pesca, patate essiccate e volatili marini. Proseguimento verso l’isola di Taquile a 35 km dalla cittá di Puno. Una lunga scalinata in pietra conduce dal molo al centro dell’isola, ma noi seguiremo un sentiero meno ripido che circonda l’isola e permette di godere del paesaggio circostante durante il percorso che porta alla piazza centrale. All’arrivo intorno a noi avremo un vista meravigliosa: il blu acceso del lago Titicaca, il cielo sempre azzurro e le cime innevate della Cordigliera Reale boliviana. Gli abitanti sono molto ospitali, vivono di agricoltura e allevamento e sono abilissimi tessitori. Pranzo in un ristorante della comunità. Cena libera. Pernottamento.

Foto: © Francesco20172

26 agosto dom – PUNO/CUSCO (380km – 7/8 ore)

Prima colazione. Partenza per la città di Cusco. La bellezza del paesaggio è unica, passando dall’altopiano alle Ande e attraversando numerosi villaggi caratteristici. Il punto più elevato che si attraversa è La Raya (4338 m) che segna il limite tra la zona andina e quella dell’altopiano. Faremo una sosta nelle famose Chullpas di Sillustani, tombe circolari di origine pre-inca utilizzate anche dagli Incas. In ognuna di queste torri funerarie sono stati ritrovati fino a 25 corpi mummificati in posizione fetale ed accompagnati da offerte come cibo, gioielli, e utensili da lavoro che potessero servire ai defunti per la loro vita nell’aldilá. Il sito si trova a circa 4000 m.s.l.m. in un paesaggio dominato dalle montagne che circondano il lago di Umayo. Lungo il tragitto sosta nel Complesso Archeologico di Pucará situato 106 km a nord di Puno. Il sito fu costruito attorno all’800 a.C. e raggiunse il suo apogeo tra il 250 a.C. e il 380 d.C. Si possono distinguere due settori: l’area cerimoniale composta da sei piramidi e l’area urbana. Continueremo con la visita del museo di Pucará dove sono esposti diversi oggetti in pietra: monoliti, stele e sculture tra le quali spicca la figura dello Sgozzatore o Hatun Ñakaj. Visita di Racchi, sito archeologico Huari di grande importanza per l’architettura unica nel suo genere. Questo sito, di grande estensione, è composto da numerose costruzioni tra le quali spiccano il tempio principle o Tempio di Wiracocha che presenta una serie di colonne circolari in adobe (mattone di fango e paglia) di cui ora rimangono visibili le ampie basi. Pranzo in un ristorante locale. Fermata ad Andahuaylillas dove si trova l’impressionante cappella conosciuta come “la piccola sistina”. L’arrivo a Cusco è previsto nel pomeriggio. Cusco che in lingua quechua si traduce in “l’ombelico del mondo”, antica capitale dell’Impero Inca, di cui rimangono ben conservate le imponenti rovine del suo passato glorioso. I siti archeologici, i tesori dell’epoca coloniale, i mercati colorati, le chiese e le piazze, fanno di questa cittadina la più affascinante del Sud America. Arrivo in hotel. Cena libera. Pernottamento.

Foto: © Loretta Lynn

27 agosto lun – CUSCO

Prima colazione. Visita di Cusco. La Plaza de Armas, dove secondo la leggenda si conficcò il bastone d’oro dell’Inca Manco Capac, indicandogli il luogo esatto dove fondare la città che sarebbe diventata la capitale dell’Impero; il caratteristico quartiere di San Blas dove i palazzi dell’epoca coloniali sono stati costruiti sulle fondamenta dei palazzi incaici e dove si trovano gli artigiani e gli antiquari più importanti della città. Continueremo con la visita al mercato di San Pedro; dove troveremo di tutto sulla cultura locale, cammineremo a piedi tra le bancarelle situate in un’area vasta quanto tre isolati per godere l’atmosfera tipica che solo un viaggio al Mercato di San Pedro a Cusco puó offrirci. Pasti liberi.

Foto: © lauraelatimer0

28 agosto mar – CUSCO/ PISAC MERCATO/MARAS/OLLANTAYTAMBO/MACHU PICCHU

(Cusco/Pisac: 32 km – 45 min)
(Pisac/Maras: 52 km – 01h30)
(Maras/Ollantaytambo: 45 km – 55 min)
(Ollantaytambo/Aguas Calientes: 44 km – 01h30 in treno)

Foto: © jdbenthien

Prima colazione. Partenza per la Valle Sacra degli Inca. Visita al mercato artigianale di Pisac. Dalla piazza principale, inizia la fiera che avvolge il paese offrendo a noi fotografi uno spettacolo di colore e folclore. La frutta e la verdura sono ordinatamente esposte su teli distesi al suolo, si possono trovare inoltre molti negozietti dove comprare articoli artigianali provenienti da tutta la regione: tessuti colorati, ponchos tradizionali, gioielli, antichità, oggetti rituali e molto altro. Pranzo in un ristorante locale. Prossima tappa fotografica saranno le saline di Maras, situate ai piedi di una montagna e divise in numerose pozze che ricevono acqua salata proveniente dal sottosuolo. Questa miniera di sale è una delle piú antiche del Perú, si sa che fu sfruttata prima dell’arrivo degli Inca nella regione. Proseguiamo poi per Ollantaytambo, uno degli ultimi siti costruiti dagli Inca prima dell’arrivo degli spagnoli. Gran parte della costruzione è rimasta inconclusa, le pietre abbandonate come testimonianza della battaglia che si tenne tra Manco II e i conquistadores. Visita al villaggio dove le strette vie, la piazzetta e le fondamenta delle costruzioni sono ancora quelle originali. Trasferimento alla stazione ferroviaria di Ollantaytambo per prendere il treno verso Aguas Calientes. Arrivo e sistemazione in hotel.

29 agosto mer – MACHU PICCHU/POROY/CUSCO

Foto: © Roberto Morgi

(Aguas Calientes/Poroy : 93km – 03h30 di treno)
(Poroy/ Cusco: 13km – 25min di tragitto)

Prima colazione. Visita alle rovine maestose de “la città perduta degli Inca”, scoperta nel 1911 dall’antropologo americano Hiram Bingham. Le rovine si trovano sulla cima del Machu Picchu (montagna vecchia in quechua), ai piedi del Huayana Picchu (montagna giovane), circondate dai fiumi Urubamba e Vilcanota. Il complesso è diviso in due grandi zone: la zona agricola, formata dai tipici terrazzamenti inca che si trova a sud e la zona urbana a nord, che era l’area dedicata alle attività quotidiane, civili e religiose.
Partenza in treno fino alla stazione di Poroy, proseguimento per Cusco e sistemazione nell’hotel. Pranzo incluso in ristorante locale. Cena libera. Pernottamento.

Foto: © mailanmaik


30 agosto gio – CUSCO/volo per LIMA/Italia arrivo il 31 agosto

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Cusco per prendere il volo verso Lima. All’arrivo assistenza da un nostro rappresentante per prendere il volo internazionale. Arrivo in Italia il giorno dopo.

Quote di partecipazione:

Per conferme entro il 30 giugno quota per persona in doppia € 3.250

Dopo il 30 giugno la quota per persona in doppia è di € 3.500

Supplemento singola € 540

Volo da Roma in classe economica a partire da € 1.530 a persona (tasse incluse suscettibili di variazioni)

 

La quota di partecipazione comprende:

  • Accompagnatore/fotografo e assistenza sul posto da parte del fotografo Roberto Gabriele
  • Coaching fotografico per tutta la durata del viaggio
  • Volo interno Cusco/Lima in classe economica
  • Guide locali parlanti Italiano dove è menzionato
  • Trasferimenti e trasporti privati
  • Treno andata Ollanta -Machu Picchu (Expedition) & Machu Picchu / Poroy in servizio Vistadome
  • Sistemazione in camera doppia negli hotel menzionati o similari
  • Trattamento di prima colazione buffet o americana a seconda degli hotel
  • Pasti come da programma
  • Ingressi e visite inclusi nel programma
  • Guida di viaggio scritta dal capogruppo (programma, notizie, mappe, curiosità, approfondimenti culturali, orari per fotografare i monumenti, cenni storico/geografici/architettonici, tutorial fotografici) Assicurazione medico/bagaglio

La quota non comprende:

  • Volo dall’Italia andata e ritorno (come sopra menzionato)
  • Supplemento in caso di meno di 8 partecipanti (da quantificare)
  • Early check-in all’arrivo a Lima
  • Eventuali ingressi e visite non inclusi nel programma
  • Mance
  • Pasti non menzionati e bevande ai pasti
  • Extra di carattere personale
  • Assicurazione annullamento facoltativa
  • Tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “la quota comprende”

INFO E ISCRIZIONI:

La Direzione Tecnica del Viaggio, ossia tutta la parte legata alla vendita del Pacchetto di Viaggio, la logistica, la Direzione Tecnica, le Sistemazioni Alberghiere, i Servizi a Terra, il noleggio del pulmino, le Assicurazioni obbligatorie e tutti gli adempimenti contrattualistici, fiscali e amministrativi, Vi rimandiamo al Tour Operator www.tibiworld.com di Roma, gli indirizzi sono indicati qui sotto.

TIBI World

TiBiWorld Tour Operator di Tebor srl

Via La Spezia 65 – 00182 Roma

Tel. +39 06 7022871
Fax. +39 06 94516136
IATA 38257984
autorizzazione/licenza: 2955 del 28/04/2008
polizza rc n° 1505001142 Filodiretto
www.tibiworld.com

Per favorire la formazione del Gruppo, questo Viaggio Fotografico parte con 6 persone.

Se sei interessato a questo Viaggio riempi SENZA IMPEGNO il FORM VERDE qui accanto e riceverai immediatamente:

1) Le quotazioni esatte del volo da tutti gli aeroporti d’Italia

2) Il Programma dettagliato del Viaggio

3) il TUTORIAL GRATUITO di Roberto Gabriele per usare la App TPE.

Perù inca
con Viaggio Fotografico

20-31 agosto 2018

Richiedi info

Nome e Cognome

La tua email (richiesto)

Cellulare

Aeroporto di partenza preferito

Roma FiumicinoMilano Malpensa
SCELTA SERVIZI:
Pacchetto in doppia in abbinamento - 3250,00 € (fino al 30 giugno)Supplemento Singola: 540,00 Euro

In quale fascia oraria preferisci essere contattato?

Numero persone, commenti, domande, stanza Doppia o Singola...

Riceverai una email con tutti i dati per fare il Bonifico e ufficializzare la tua iscrizione

SI ACCONSENTO al trattamento dei miei dati.
Leggi le nostre condizioni di Privacy

OPERATIVO VOLI CONSIGLIATO:

Questo è un Piano di Voli da Fiumicino, TIBIWorld Tour Operator è in grado di prenotarti qualsiasi volo da ogni aeroporto d’Italia per essere in coincidenza con i nostri orari.

  • UX 1044   20 agosto Roma FCO/Madrid MAD 16.40 – 19.20
  • UX 175      20 agosto Madrid MAD/Lima LIM   23.55 – 04.55 del 21 ago
  • UX 176     30 agosto Lima LIM/Madrid MAD   10.15 – 05.10 del 31 ago
  • UX 1043  31 agosto Madrid MAD/Roma FCO   07.05 – 09.30

DOCUMENTI NECESSARI:

Per andare in Perù è NECESSARIO IL Passaporto con almeno 6 mesi di validità residua. Le Autorità di frontiera potrebbero chiedere di esibire il passaporto nonché il biglietto di andata e ritorno. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Visto d’ingresso: non necessario fino a 183 giorni di permanenza nel Paese.

Formalità valutarie e doganali: non esistono restrizioni valutarie all’ingresso nel Paese. L’Euro viene cambiato solo in alcune filiali bancarie, anche se il cambio non è favorevole. Il Dollaro USA è valuta corrente anche per le transazioni commerciali e viene accettato quasi ovunque. Si consiglia di effettuare i cambi esclusivamente nelle banche o nelle agenzie di cambio, al fine di evitare il rischio di ricevere banconote false dai cambisti ambulanti.

Regole per Droni ed Apparati Radiocomandati: la normativa peruviana prevede la necessità di un permesso speciale di questo Ministero delle Comunicazioni per l’importazione nel Paese di droni ed apparati radiocomandati. Si consiglia quindi di contattare le competenti Autorità per evitare il sequestro del materiale all’arrivo sul territorio peruviano.

Camminare a Machu Picchu

CONDIZIONI METEO E CLIMATICHE:

Qui sotto trovi le previsioni meteo valide per pochi giorni, ma quello che più conta sono i dati climatici che tengono conto delle statistiche rilevate negli anni. Leggendo quindi i dati climatici ti accorgerai che in Perù si sta bene praticamente tutto l’anno con piogge scarse e temperature sempre ottimali: mai troppo calde in estate, e mai troppo fredde neanche quando andremo noi: OCCORRE PERù COPRIRSI BENE PERCHè NOI ANDREMO NEL PERIODO INVERNALE (che corrisponde al nostro periodo estivo perchè il Perù si trova sotto l’Equatore) E LA NOTTE C’E’ UNA FORTISSIMA ESCURSIONE TERMICA CON TEMPERATURE CHE  FACILMENTE POSSONO ANDARE SOTTO LO ZERO mentre di giorno si sta intorno ai 15 gradi. Il nostro periodo comunque è il migliore per visitare il Paese perchè non piove e le giornate sono fresche, senza l’afa estiva. Per saperne di più clicca qui.

TRASPORTI:

Voleremo da tutta Italia su Madrid e da qui procediamo per Lima con voli di linea Air Europa. Potrai scegliere se acquistare i voli da solo o chiedere a TIBIWorld di partire con il resto del Gruppo.

HOTEL:

Gli hotel in cui dormiremo in questo viaggio sono alberghi a 3 stelle buoni ma occorre considerare che ci vuole un minimo di capacità di adattamento e che non ci saranno strutture di lusso. Sono della linea Casa Andina che hanno un buon compromesso tra qualità e costo.

Lima – Allpa 3*
Nasca – Hacienda Majoro 3*
Arequipa – Casona Terrace 3*
Colca – Casa Andina Colca 3*
Puno – La Hacienda Plaza de Armas 3* Cusco – Casa Andina Classic Plaza 3*
Machu Picchu – El Mapi 3*

PASTI:

Viste le strutture in cui dormiremo i pasti li organizzerà il Capogruppo direttamente in loco a parte le colazioni che sono comprese in albergo.

CAPOGRUPPO:

Roberto Gabriele PatagoniaIl Tour Leader di questo viaggio sarà Roberto Gabriele: Fotografo Professionista dal 1992, a soli 23 anni ha iniziato la sua carriera professionale aprendo uno Studio Fotografico e iniziando a Viaggiare e ad insegnare fotografia. Dal 2008 è anche Abilitato Ufficialmente (con Tesserino) alla professione di Accompagnatore Turistico. Roberto Gabriele è  il Fondatore e WEB Master di questo sito che nasce per organizzare itinerari fotografici appositamente studiati per dare a chi fa fotografia la possibilità di viaggiare in compagnia di altri appassionati e professionisti, per conoscersi, scambiare opinioni, consigli ed esperienze. Al suo attivo ha finora più di 90 viaggi fatti in giro per il mondo e quasi 800 Viaggiatori.

Roberto Gabriele: 347 3790441 oppure via email:  robertogabrielefotografo@gmail.com

Foto: © Monica Volpin

Note generiche di viaggio:

Le visite fotografiche spesso inizieranno all’alba o comunque al mattino presto per avere la possibilità di cogliere la luce migliore e per fotografare i luoghi con meno affluenza turistica. A fine giornata si farà il punto della situazione e si condivideranno gli scatti. Il Capogruppo sarà sempre a tua disposizione per spunti, suggerimenti e per trovare assieme nuove luci e nuove storie da fotografare.

Per scattare le fotografie agli abitanti del posto ci si attiene alle regole generali che sono da rispettare ovunque nel mondo, ossia chiedere sempre il permesso o comunque rendersi visibili dai soggetti evitando paparazzate e fotografie di nascosto. In alcuni Paesi aiuterà molto ad interagire con le persone, dopo aver scattato la foto, mostrare alla persona fotografata l’immagine appena scattata, è una forma di cortesia che vale un pò ovunque. Sono assolutamente SEMPRE da evitare scatti di obiettivi militari, strategici, e in generale qualunque cosa riguardi la polizia o l’esercito.

Il programma potrà essere modificato nei giorni e negli orari a seconda delle esigenze climatiche, meteorologiche o logistiche imposte di volta in volta da orari e disponibilità.

Note specifiche di questo viaggio:

MACHU PICCHU:

Dal 1 Luglio 2017 le autorità governative e locali hanno implementato un nuovo sistema di regolamentazione per preservare il sito archeologico di Machu Picchu.

Ci saranno due turni di entrata alla cittadella:
1. Ingresso mattutino, dalle 06:00 alle 12:00
2. Ingresso pomeridiano, dalle 12:00 alle 17:30

Il tempo di permanenza all’interno dell’area sarà di massimo 4 ore, considerando l’ora di ingresso, e non sarà più possibile rientrare al sito una volta che si è usciti. La permanenza sarà maggiore per i visitatori che scelgono di salire a Huayna Picchu (6 ore) o alla Montaña Machu Picchu (7 ore).

Si potrà accedere soltanto accompagnati da una guida ufficiale che potrà seguire gruppi fino ad un massimo di 16 persone e che saranno sotto la sua responsabilità per tutta la permanenza. Le guide dovranno inoltre seguire dei percorsi predeterminati.
Con l’entrata in vigore delle nuove regole per entrare nel sito di Machu Picchu è assolutamente consigliabile prenotare ed acquistare i biglietti d’ingresso con largo anticipo. Per l’ingresso a Machu Picchu è necessario presentare il proprio passaporto.

A bordo dei treni da/per Machu Picchu Pueblo è consentito solamente il trasporto di un bagaglio a mano (zaino o piccola borsa, del peso massimo di 5 kg.). Prevedere quindi un bagaglio a mano con il necessario per le escursioni a Machu Picchu. Ne segue quindi che nel nostro caso specifico sarà particolarmente importante calcolare i pesi e gli ingombri della fotocamera.

Caratteristiche del viaggio in Perù:

– A causa dell’altitudine in cui ci troveremo a viaggiare, il mal di montagna è spesso la conseguenza di una salita rapida ad altitudini superiori ai 2.500 metri. I sintomi possono includere mal di testa, nausea, vomito, malessere e perdita di appetito. Si consiglia di bere molta acqua, mangiare pasti leggeri, evitare sforzi eccessivi, e astenersi dal fumare o bere alcolici. Le popolazioni del luogo hanno l’abitudine di masticare foglie di coca. Una buona alternativa per i turisti è quello di bere molto “mate de coca” (tè di foglie di coca).
– Tutti i servizi sono privati ed esclusivi e in ogni località è prevista l’assistenza di guide locali selezionate, parlanti italiano.
Il percorso è calcolato per affrontare le quote andine gradualmente e favorire così un acclimatamento graduale.
– I pernottamenti sono previsti in hotel di controllato rapporto qualità/prezzo (categoria 3/4 stelle).
– Considerata la varietà e la qualità della cucina tipica peruviana, il programma prevede il trattamento di sola prima colazione per consentire maggiore libertà nella scelta dei pasti in hotel in ristoranti consigliati.
– Il viaggio proposto prevede trasferimenti su strade asfaltate (brevi i tratti sterrati e polverosi) ad altitudini elevate e in condizioni climatiche a volte disagevoli. La tappe di attraversamento delle Ande sono caratterizzate da continui sali e scendi, con parecchi tornanti. Le altitudini elevate e la conseguente rarefazione dell’aria rallentano l’andatura dei mezzi anche dovuta a continui problemi di carburazione.
– Durante le tappe di trasferimento si consiglia di consumare pasti leggeri e poi rilassarsi alla sera con cene calde in ristoranti locali o in hotel.
E’ richiesta una buona condizione fisica generale e capacità mentale di adattamento a condizioni di viaggio a volte disagevoli e impreviste.

Grecia Creative Commons

Tutte le foto di questo Articolo sono concesse con CC0 Creative Commons

  • Libera per usi commerciali
  • Attribuzione non richiesta

Ringrazio comunque gli Autori che indico nelle didascalie per la loro cortesia nel condividere le loro immagini.

Potrebbero interessarti anche questi articoli di approfondimento o viaggi in partenza: