4 giorni per vivere come nell’Italia agricola di 70 anni fa

Presentazione:

Il Mugello per te è solo un circuito motociclistico? Barberino di Mugello per te è una uscita dell’Autostrada che non hai mai avuto modo di varcare?

Ecco…. il Mugello è un’area di boschi e montagne tra i nostri Appennini a metà strada tra Firenze e Bologna. Ovviamente quasi nessuno la conosce, non ci sono cose famose se non il MotoGP, eppure proprio da queste parti faremo un workshop fotografico molto suggestivo e inaspettato. Nella nostra bella Italia, quella tutta da scoprire, quella che abbiamo sotto casa e che non abbiamo mai visto.

Nascosto in un bosco di castagni, nel Mugello, c’è il Podere Giuvigiana: una fattoria completamente ecosostenibile in cui ti sembrerà di vivere nell’Italia rurale del dopoguerra. In questo posto il tempo sembra che si sia fermato. E’ tutto autenticamente vero e retrò, non c’è nulla di ricostruito e la vita si svolge oggi realmente come era allora. Una sistemazione molto spartana ma accogliente: un casale di montagna con annessa stalla per le capre, pollaio per le galline e naturalmente l’orto biologico coltivato senza pesticidi e usando solo concimi naturali prodotti dal compostaggio fatto in casa. Il casale è completamente autonomo dal punto di vista elettrico e idrico e tutto viene prodotto nel totale rispetto dell’ambiente senza sprechi. La corrente elettrica viene da pannelli fotovoltaici e l’acqua raccolta dalla montagna.

E per la parte fotografica? Saranno giornate dedicate alla fotografia di Paesaggio e strizzeremo l’occhio al reportage. Faremo un workshop con poca teoria: tre briefing mattutini molto pratici, molto operativi: serviranno a prepararci al meglio alle situazioni fotografiche che incontreremo durante il giorno e poi i coach saranno disponibili per tutta la giornata a seguire gli scatti di tutti direttamente sul set, quando serve, mentre si scatta. E la sera riguarderemo le foto sui PC portatili per fare una efficace selezione di portfoli che ciascuno potrà portare a casa.

Cosa c’è da fotografare da quelle parti? Beh…. Guardalo bene sul Programma che segue, ma ci sarà una giornata in cui andremo a fotografare la vecchia stazione ferroviaria di Fornello che era una stazione tecnica, messa al valico del passo: serviva a fare il pieno di acqua alle vecchie locomotive a vapore che si arrampicavano fino a lassù prima di riprendere la loro corsa verso Faenza o verso Firenze. Poi andremo a fotografare un mulino di montagna, la cascata dell’Abbraccio, e i rifugi costruiti dai tedeschi sulla Linea Gotica durante la seconda guerra mondiale. Per finire faremo delle sessioni di fotografia notturna con una volta stellata di incredibile profondità e le lucciole che in quella stagione lasciano visibili nelle foto le strisciate dei loro voli. E il reportage??? Lo faremo in tutti i momenti di vita nel Podere: fotograferemo la vita agricola di questo luogo sospeso nel tempo. Potremo fotografare i vari momenti della vita di campagna, dalla mungitura delle capre fatta a mano alla raccolta delle uova fresche, al lavoro nell’orto o alla preparazione della cena o ai lavori di falegnameria…

L’aspetto ecosostenibile è fondamentale in questo viaggio. Devi sapere che:

  • La corrente elettrica viene da pannelli fotovoltaici, ce n’è a sufficienza per illuminare le stanze e per le nostre fotocamere ma senza sprechi.
  • Il segnale telefonico arriva di rado e solo se appoggi il telefono sulla finestra in cucina.
  • La WIFI è presente a ore la sera quando Andrea e Duccio accendono il router
  • Non esiste la televisione
  • La musica si ascolta dal cellulare di Andrea e trasmette solo una fantastica playlist con il meglio della dance anni ’80
  • Non esistono camere singole ma solo doppie o quadruple con letti a castello
  • I bagni sono in comune
  • La doccia è calda (riscaldata a legna) ma si trova in cantina
  • Se hai un cane e vuoi portarlo con te a correre nei boschi sarà il benvenuto con noi per tutto il week end

Se tutto questo ti piace, se sei curioso, se vuoi viverti un’esperienza davvero unica, iscriviti subito con il FORM VERDE che trovi qui sotto e segui le istruzioni che ti arriveranno con l’email automatica di risposta.

Un saluto e BUONA LUCE a Te

Roberto Gabriele – Fotografo e Capogruppo

La castagnaia del Podere Giuvigiana. Qui vengono messi ad essiccare i marroni per ricavarne poi la farina. Foto: © Roberto Gabriele

Programma sintetico:

GIOVEDI 20 luglio 2017

Dalle 18 alle 20,00 Arrivo dei Partecipanti a Razzuolo. Istituiremo 3 navette alle 18-19-20 dal Paese. Su richiesta (previo appuntamento) il servizio navetta funzionerà anche in relazione ad eventuali arrivi in treno alla stazione di Ronta. Chi arriva in treno dovrà chiamare avvisare almeno 24 ore prima Andrea Castagna al numero 388 1954467 e prendere accordi.

Ore 21,00 Cena, presentazioni, presentazioni team, Progetto Giuvigiana, regole sull’acqua, presentazione video su BnD. Letti con Lenzuola e copertine oppure in sacco a pelo personale.

NOTA IMPORTANTE: Il Podere Giuvigiana è a 1,3 Km di strada sterrata in forte pendenza in salita. La strada demaniale è chiusa al traffico e quindi TUTTE LE AUTO DEVONO ESSERE PARCHEGGIATE A RAZZUOLO. Il servizio navetta preleva persone e bagagli dal parcheggio e le porta con un fuoristrada adeguato fino a destinazione.

Durante la preparazione della cena questa ragazza disegna pomodori sul suo quaderno degli appunti. Foto: © Roberto Gabriele

VENERDI 21 luglio 2017

Ore 8,00 Colazione, Briefing fotografico,

Ore 11,00 Partenza per la stazione abbandonata di Fornello. Pranzo al sacco incluso nella quota. Proseguiamo per la vecchia miniera.

Ore 18,00 Rientro pomeridiano e relax.

Ore 20,00 Cena. Fotografie in notturna.

Il podere Giuvigiana in notturna ricoperto di stelle. In estate si possono fotografare anche le lucciole che volano. Foto: © Roberto Gabriele

SABATO 22 luglio 2017

Ore 8,00 Colazione, Briefing fotografico.

Ore 10,00 Trasferimento in auto personali (con Navetta dove necessario) all’imbocco del sentiero 00 e partenza in 4×4 verso LINEA GOTICA, visita scavi e museo. Pranzo al sacco (compreso nella quota)  presso un rifugio sul sentiero del ritorno. Foto panoramiche dal Monte Acuto.

Ore 17,00 Rientro alle auto e al Podere con Navetta 4×4.

Ore 20,00 Cena. Condivisione foto e video della giornata.

I ricoveri scavati dai tedeschi lungo la Linea Gotica nella seconda guerra mondiale. Foto: © Roberto Gabriele

DOMENICA 23 luglio 2017

Ore 8,00 Colazione, Briefing fotografico, trasferimento con le auto personali e il 4×4 del Podere al Parcheggio del ristorante.

Ore 10,00 Trekking a piedi verso il Mulino e cascata dell’Abbraccio.

Ore 13,30 pranzo al ristorante (compreso nella quota),

Ore 15,00 Saluti e Rientro.

NOTA IMPORTANTE: Chi ha necessita di prendere il treno dalla stazione di Ronta verrà accompagnato dal servizio navetta.

Si cucina sul fuoco del caminetto. Foto: © Roberto Gabriele

Note generali:

L’itinerario non è da considerare “standard” ma costruito su misura “metro per metro” per mostrare il meglio della destinazione. In un Viaggio Fotografico il Capogruppo così come la Guida, e i Partecipanti, dovranno tenere ben presente la possibilità di partenze anticipate al mattino presto e/o tempistiche più lunghe durante le giornate. Nel caso ci siano avvenimenti speciali, il programma del giorno darà la priorità a questi eventi e potrà quindi variare in corso d’opera. Quanto non visto nel programma originale verrà “recuperato”, se possibile, nei giorni successivi. Per questo tipo di viaggi il Tour Operator garantisce la sua fattiva collaborazione, supporto e contatto quotidiano in caso di necessità.

Un mulino nascosto tra i boschi. Qui prima degli alberi, fino a 100 anni fa c’erano campi di grano. Foto: © Roberto Gabriele

COSTI:

Quota workshop fotografico: € 183,00 IVA COMPRESA (150,00 Euro + IVA) da pagare come acconto all’iscrizione.
Quota per 3 giorni in pensione completa: € 150,00 da pagare direttamente al tuo arrivo al Podere Giuvigiana.
La quota comprende:
  • Workshop fotografico di teoria in aula e personalizzato durante tutta la durata del week end.
  • Servizio navetta in arrivo e partenza per Razzuolo o stazione FS di Ronta
  • 3 pranzi
  • 3 cene
  • 3 colazioni
  • 3 pernotti
  • Acqua e vino durante i pasti
  • Tutte le escursioni con Guida Locale esperta
  • Trasferimenti in fuoristrada 4×4 dove necessario
  • Pernottamento in antico casolare di montagna con bagno comune e doccia esterna
La quota non comprende:
  • Viaggi in auto fino a Razzuolo oppure in treno fino a Ronta
  • Extra di carattere personale
  • Assicurazioni varie per annullamento o sanitaria
  • Tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “la quota comprende”

INFO E ISCRIZIONI:

ISCRIVITI ORA e ricevi SUBITO il TUTORIAL GRATIS su come organizzare un set di fotografia di viaggio

Per favorire la formazione del Gruppo, questo Viaggio Fotografico parte con minimo 4 persone.

 

Per iscriverti al viaggio puoi pagare come vuoi:

  • Bonifico Bancario: riempi il FORM VERDE qui a destra con i tuoi dati e riceverai ulteriori informazioni su come procedere
  • Pay Pal o Carta di Credito facendo click sul pulsante qui sotto

Paga direttamente con PayPal:

Paga subito il il Workshop di 183,00 Euro IVA COMPRESA con Pay Pal è semplice, veloce e sicuro.

All’arrivo pagherai 150,00 Euro per vitto e alloggio nel Podere Giuvigiana.

In quante persone siete?
Scrivi la tua email



Workshop NELLA VECCHIA FATTORIA

ISCRIVITI QUI e paga con Bonifico Bancario

TOTALE 333,00 EURO IVA COMPRESA in pensione completa

Dal 20 al 23 luglio 2017


il costo è di 183,00 Euro IVA COMPRESA da pagare via bonifico come acconto + 150,00 Euro in totale per 3 notti a pensione completa transfer inclusi da pagare al tuo arrivo al Podere Giuvigiana.

Nome e Cognome

La tua email (richiesto)

Cellulare

Commenti, domande, opzioni...

SI ACCONSENTO al trattamento dei miei dati.
Leggi le nostre condizioni di Privacy


Il Capogruppo:

Roberto_9615Il Tour Leader di questo viaggio sarà Roberto Gabriele, a soli 23 anni ha iniziato la sua carriera professionale aprendo uno Studio Fotografico e iniziando a Viaggiare e ad insegnare fotografia. Dal 2008 è anche Accompagnatore Turistico, al suo attivo più di 60 Gruppi accompagnati in 4 Continenti a fare fotografie su Itinerari selezionati. Roberto Gabriele è il Fondatore e WEB Master di questo sito che nasce per organizzare programmi appositamente studiati per dare a chi fa fotografia la possibilità di viaggiare in compagnia di altri appassionati e professionisti, per conoscersi, scambiare opinioni, consigli ed esperienze. Ha al suo attivo una lunga esperienza di viaggi fotografici in fuoristrada e campi tendati in deserti e savane africane, in sudamerica e in Yemen.

INFO LINE:

Per ogni info logistica, fotografica e sul viaggio contattare: Roberto Gabriele:

3473790441
robertogabrielefotografo@gmail.com

Altri poderi nel Mugello. Foto: © Roberto Gabriele

La Nostra Formula:

Questo è un workshop molto pratico con pochissima teoria. I Coaches fotografi Simona Ottolenghi e Roberto Gabriele saranno a tua disposizione per consigli sul campo e per selezionare le foto la sera. Ci saranno momenti di Briefing fotografico all’inizio della giornata per preparare gli Allievi alle condizioni fotografiche di quella giornata. Durante le passeggiate e sui vari set, i coaches saranno sempre a tua disposizione per un vero e proprio Corso di Fotografia Personalizzato a partire dalle tue conoscenze per farti migliorare con LA NOSTRA FORMULA. Clicca sul link per saperne di più.

Condizioni meteo e climatiche:

Siamo in Toscana in piena estate ma in montagna in mezzo ai boschi, il clima mediamente è piuttosto caldo e secco durante la mattinata spesso oltre i 30 gradi, a volte può esserci qualche breve rovescio nelle prime ore del pomeriggio.  La sera invece è sempre meglio avere un maglione pesante perchè le temperature si abbassano notevolmente al di sotto dei 20 gradi.

Sarà bene quindi avere delle idonee protezioni anche per la pioggia per se stessi (giubbotti impermeabili o poncho) e per le fotocamere occorre uno zaino da escursione e un sacchetto di cellophane continuare a scattare anche sotto la pioggia. Questo aspetto delle piogge si rivela quanto mai importante da sapere per proteggere sempre le nostre fotocamere e non rischiare nè danni, nè di rimanere con la fotocamera sempre nello zaino.

Al mattino si mungono le capre: uno dei momenti che potremo fotografare e per chi vuole anche provare… Foto: © Roberto Gabriele

Come arrivare:

Per chi arriva in auto:

Autostrada A1 Firenze Bologna: uscire a Barberino del Mugello, proseguire per Borgo San Lorenzo e poi seguire le indicazioni per Faenza e fermarsi al parcheggio di Razzuolo. Arriverà a prendervi la Navetta tra le 18 e le 20.

COORDINATE GPS da impostare sul navigatore: 44.03302, 11.46772

Quando arrivate avvertite Andrea Castagna al numero: 388 1954467.

 

Per chi arriva in treno:

Sulla linea Firenze – Faenza scendere alla stazione di Ronta. Avvertite 24 ore prima Andrea Castagna del vostro arrivo al numero: 388 1954467.

 

Per chi arriva in aereo:

Prendete il volo fino a Firenze, poi arrivate in stazione FS Santa Maria Novella e prendete il treno per Faenza. Scendere alla Stazione di Ronta. Avvertite 24 ore prima Andrea Castagna del vostro arrivo al numero: 388 1954467

Il Pick up che ci f da navetta per il Podere Giuvigiana. La strada è impraticabile con auto normali ed è vietato l’accesso dal Demanio. Foto: © Roberto Gabriele

Hotel:

Leggi bene questo passaggio: QUESTO VIAGGIO, per come è pensato, per le modalità che abbiamo voluto per dare una forte esperienza di vita e di fotografia, DEVE ESSERE FATTO IN UNA SITUAZIONE CHE RICHIEDE UNA CERTA CAPACITA’ DI ADATTAMENTO IN SITUAZIONI DI CAMERE DOPPIE E QUADRUPLE CON LETTI A CASTELLO, BAGNO IN COMUNE E DOCCE ESTERNE. ANCHE LA CAMERA SINGOLA NON E’ DISPONIBILE! Tutto questo perchè solo così facendo potremo rivivere a pieno la vita della nostra Italia agricola e montana degli anni ’50. Un mondo ormai scomparso che qui non solo esiste come unica alternativa, ma si presta a situazioni di fortissimo fascino fotografico. Cercheremo quindi di adattarci a quello che troviamo, per chi vuole può portare da casa un sacco a pelo o sacco lenzuolo.

Hotel previsto:

Podere Giuvigiana, Località Razzuolo, Borgo San Lorenzo, Firenze. NON è un hotel ma un podere di montagna, leggi le caratteristiche nella Presentazione.

Difficoltà del viaggio:

Da rilevare anche per questo Viaggio Fotografico il fatto che spesso (non sempre) come in tutti i nostri itinerari ci si sveglia presto al mattino e si dorme presto la sera. Durante il giorno i tempi possono essere serrati e dettati dal rispetto di una tabella di marcia, dai tempi di percorrenza per coprire la distanza di spostamento tra una tappa e l’altra.

Ci muoveremo in una zona di jungla decisamente impervia, è richiesto un fortissimo spirito di adattamento anche e soprattutto per quel che riguarda gli hotel locali che (vedi al paragrafo apposito) non sono hotel ma Long House in legno con bagno in comune e senza la possibilità di camere singole (saranno disponibili solo per 4 notti).

Andremo in una zona di mare ma NON CI SONO STRUTTURE TURISTICHE per fruirne. Anche chi vorrà fare eventuali tuffi in spiaggia tra una foto e l’altra dovrà tenere presente questo aspetto e il fatto che le spiagge sono selvagge, aspetto questo che le rende particolarmente affascinanti ma non sorvegliate da nessuno.

Anche per quanto riguarda la cucina è richiesto un certo spirito di adattamento: da mangiare c’è ed è tutto freschissimo, ma il menù non è vario e persone con problemi o necessità alimentari dovranno tenere presenti le loro personali esigenze perchè potrebbe essere difficile per loro trovare alternative.

Il vecchio motore della miniera arriva direttamente da New York. Foto: © Roberto Gabriele

Guide locali:

Le Guide Locali di questo Viaggio Fotografico sono nostri amici perfetti conoscitori del territorio in cui vivono e lavorano. Ci parleranno di casa loro, di come si coltiva da quelle parti, di come si porta avanti una fattoria ecosostenibile come la loro. Ovviamente parlano in italiano. Imparerai anche la famosa arte di arrangiarsi che in viaggio con noi è sempre utile: a volte un sorriso e un gesto gentile sono più utili di un bel discorso per relazionarsi con le persone. Anche in qusto il ruolo del Capogruppo con la sua esperienza maturata in oltre 70 viaggi sarà un plus del viaggio che sicuramente saprai apprezzare e avrai molto da imparare in tal senso.

Attrezzatura Fotografica:

non occorrono attrezzature fotografiche particolari per iscriversi a questo Viaggio Fotografico. Una Reflex digitale o una Mirrorless sono sicuramente preferibili a compatte e cellulari, ma non necessarie, anche un paio di ottiche di diversa lunghezza focale o luminosità sono sicuramente più versatili rispetto ad una sola. Ricorda che i nostri Viaggi Fotografici NON sono nè gare a chi ha l’ attrezzatura più costosa, nè concorsi fotografici in cui dimostrare di essere più bravi degli altri.

Tieni presente, comunque, che la maggior parte del tempo lo utilizzeremo per fare fotografia di paesaggio e reportage, un grandangolo magari luminoso sarà sicuramente l’ottica più comoda da utilizzare.

Se vieni per fotografare la natura potrebbero tornarti comodi lunghi tele per gli uccelli (sappi però che questo NON è lo scopo del nostro Viaggio Fotografico) o un macro per i tanti fiori e insetti che incontreremo.

Direi imprescindibile l’uso almeno serale del treppiedi per fotografare le cascate, le stelle e il volo delle lucciole durante la notte.

Note fotografiche generali:

Ricordate quindi il vostro corpo macchia reflex o mirrorless, un poncho o uno zaino impermeabile che vi facciano da copertura per le attrezzature e per finire il cavalletto o treppiede che dir si voglia.

Vecchi particolari della miniera di Fornello. Foto: © Roberto Gabriele

A chi è rivolto questo viaggio:

Il Viaggio è rivolto a tutti coloro i quali vogliano fare fotografia in un evento a metà fra reportage e fotografia sociale e paesaggistica. seguiti dai nostri coach fotografi che insegneranno secondo LA NOSTRA FORMULA personalizzata sulle esigenze del singolo Allievo.

Viste le caratteristiche dell’itinerario, del luogo in cui andremo, delle modalità di viaggio ci sentiamo di suggerire la partecipazione di questo viaggio principalmente a persone che abbiano queste caratteristiche:

  • Buona capacità di adattamento a situazioni scomode di viaggio (un albergo “essenziale”, molto spartano)
  • Disponibilità a camminare in montagna (percorsi semplici di circa 4 ore in un giorno e 2 ore nell’altro con qualche dislivello non impegnativo)
  • Conoscenza almeno base della tecnica fotografica che ti permetterà di scattare in autonomia (resta comunque sempre attivo il ruolo fondamentale del Capogruppo Fotografo)
  • Passione per il Reportage e la fotografia di Paesaggio. Avrai tutte le migliori condizioni per scattare in questo modo

Il Podere Giuvigiana nascosto tra gli alberi che lo circondano tra i monti del Mugello. Foto: © Roberto Gabriele

Il treno lungo la linea Firenze – Faenza passa nella stazione abbandonata di Fornello. Foto: © Roberto Gabriele

 

Uomini e cani a spasso tra i monti del Mugello. Foto: © Roberto Gabriele

Paga con Pay Pal, Carta di Credito o Bonifico Bancario

PayPal Logo