Un viaggio caleidoscopico alla scoperta del sud dell’India. di un’India diversa da come siamo abituati a pensarla. Un’India immersa nella natura, nel verde, dalle piantagioni di thè alle risaie più importanti del paese.

Kerala carri e buoi1

© Simona Ottolenghi

Dall’arrivo nella frenetica Bangalore al santuario jaina di Sravanabelagola, dove si trova la gigantesca statua jaina di Gomateshwara considerata una delle statue monolitiche più alte al mondo,  il passo è già rivolto all’India millenaria e tradizionale. Gli incontri si succedono fra le gemme dei templi Hoysala di Belur e Halebidu, veri e propri che a breve saranno inserite nella lista dell’Unesco. Scenderemo a Mysore ed anche i profumi oltre a quelli del mercato dei fiori cominceranno a fondersi con quello del legno di sandalo di cui è considerata la capitale. Saliremo le propaggini dei monti dei Ghati occidentali per avvicinarsi alla costa del Malabar.

Kerala treno2

© Simona Ottolenghi

Dal fresco degli altopiani della hill station di Ooty, piccola città di villeggiatura circondata da boschi e piantagioni di the ad un’altitudine di 2200 metri, scenderemo, con uno sbuffante trenino a vapore, alle piantagioni di tè di Coonoor. Il percorso del Toy Train, una delle mitiche linee ferroviarie indiane su linee a scartamento ridotto ancora in funzione (Nilgiri mountain railway) attraversa le Nilgiri Mountains coperte da fitte foreste di acace ed eucalipti e transita sbuffando sotto gli occhi di languidi langur e macachi appollaiati fra le piante.

Coonoor, è una località famosa per le piantagioni di the e caffè e luogo di villeggiatura per i coloni inglesi grazie alle temperature miti, tipiche della montagna. E già eccoci nel Tamil Nadu, a Pollachi, ai margini delle Nilgiri hills, dove visiteremo la Tiger Reserve di Anamalai, uno dei punti ove la biodiversità dei Ghati occidentali è maggiormente rappresentata e copre un’area di 958kmq e ancora al di fuori dai percorsi del turismo più tradizionale. E’ la patria di tutti i tipi di fauna endemica, in gran parte rara e in via di estinzione, tra cui pantere, leopardi e qualche sfuggente tigre. Molto probabilmente saranno più facili da avvistare i macachi dalla coda di leone, pavoni, langurs, cervi maculati, elefanti o alcuni dei suoi numerosi coccodrilli.

Da Pollachi faremo un safari nella natura a dorso di elefante prima di entrare in Kerala ed affacciarsi alle famose backwaters. Il Kerala, popolarmente indicata come Terra degli Dei e anticamente conosciuta come Malabar, è un vero e proprio paradiso tropicale che si estende lungo il Mar Arabico fino alla punta meridionale dell’India, con spiagge incantevoli, pianure molto fertili che proporzionano ogni anno due o tre raccolti di riso e una gloriosa vegetazione che produce spezie, essenze e frutta delle migliori qualità.

Kerala Backwaters4

© Simona Ottolenghi

L’entroterra del Kerala è solcato da una miriade di canali, fiumi e lagune, le celebri Backwaters, lungo le quali si può percorrere lo Stato per buona parte della sua longitudine. Qui villaggi di pescatori si alternano a isolotti coltivati, giungla e piccole città formate da casette dai tetti ricoperti di tegole quasi di veneziana memoria e dove persino il supermercato raggiunge i suoi clienti navigando. Lungo questi canali la vita scorre lentissima, con occupazioni i cui strumenti sono invariati da secoli, nel silenzio rotto solo dai rumori della fauna e dai bimbi locali, che si materializzano e sciamano verso i turisti ad ogni fermata del battello o delle kettuvallams, le tipiche barche/case galleggianti riadattate sulle originali barche da trasporto. Nascosti qua e là, i bellissimi piccoli templi lignei tradizionali.

Kochin3

© Simona Ottolenghi

Il viaggio termina in un crescendo di varietà di ambienti e diversità, ove cominciò l’avventura coloniale di molti paesi europei sulla via delle spezie nella sua città più emblematica e affascinante: Kochi situata lungo la costa sud-occidentale della penisola indiana e che si estende su isole e promontori tra il mare Arabico e le backwaters. La città è formata da tre principali sezioni: Ernakulam, la parte moderna, sulla terraferma, e i due quartieri peninsulari di Mattancherry e Fort Cochin ove i diversi stili architetturali attestano il variegato passato coloniale. Visiteremo il Palazzo degli Olandesi, la chiesa di San Francesco e la sinagoga giudaica ove è possibile vedere i grandi rotoli dell’Antico Testamento e le targhe di rame su cui i governatori di Kochi garantivano privilegi alla comunità ebraica.

Kerala Katakali3Non mancheremo la visita nella zona delle grandi reti cinesi da pesca verso il tramonto. A Kochi inoltre Andremo a vedere uno spettacolo di Katakali, una delle più antiche forme di danza dell’india. È una combinazione di teatro, danza, musica e rituali.

I personaggi con i volti dipinti di colori accesi e con costumi elaborati rimandano alle storie epiche indù, tratte dal Mahabharatha e dal Ramayana. Il Kathakali viene danzato da soli uomini che recitano anche le parti femminili.

Kerala1

© Simona Ottolenghi

DIREZIONE TECNICA:

Il Pacchetto di Viaggio viene venduto dalla Agenzia Avventuriamoci che si occupa delle prenotazioni di voli e hotel, dei transfer, di tutta la parte amministrativa, fiscale e della Responsabilità Civile per l’organizzazione del Viaggio.

Avventuriamoci

L’ottovolante affiliato Giramondo Viaggi
Via Torino n. 46/a
10042 Nichelino (TO)
P.I. 09676970016 C.F. MRTSRG59M04Z110B
web:www.avventuriamoci.com
e-mail: layla@avventuriamoci.com

Telefoni 011 678367 | fax 011 6647091 | cell. 334 6590539 | cell.333 5965446
E-Mail: layla@avventuriamoci.com
Autorizzazione/Licenza 1044888
Polizza RC 751/71/000005
Compagnia Assicurativa VITTORIA ASSICURAZIONI

NOTE:

il viaggio sarà confermato al raggiungimento del numero minimo di 6 partecipanti.
In caso di NON partenza del viaggio la comunicazione verrà fatta entro e non oltre 21 giorni prima della partenza.

Se sei interessato a questo Viaggio RIEMPI IL FORM VERDE qui a destra per avere ulteriori informazioni su Costi e Programma.


BEATI I PRIMI! ISCRIVITI ENTRO IL 3 ottobre 2015 e RISPARMI 50,00 EURO!!!!

INDIA - Kerala 2015


Chiedi info al Capogruppo, ti chiamerà all'ora che preferisci

Nome e Cognome

La tua email (richiesto)

Cellulare

In quale fascia oraria preferisci essere contattato?

Aeroporto di partenza preferito

Roma FiumicinoMIlano Malpensa

Numero persone, commenti, domande, stanza Doppia o Singola...

SI ACCONSENTO al trattamento dei miei dati.
Leggi le nostre condizioni di Privacy

 

REFERENTE VIAGGIO:

CAPOGRUPPO:

Simona OttolenghiArchitetto, fotografa e grande viaggiatrice, ha pensato con Roberto Gabriele alla formula vincente di Viaggio Fotografico: organizzare viaggi appositamente studiati per gli appassionati di fotografia, in cui ciascun partecipante viene seguito personalmente a seconda del suo livello di conoscenza fotografica e degli obbiettivi di miglioramento che si è posto già prima di partire. Appassionata di fotografia di reportage è sempre alla ricerca di storie da raccontare, di festival ed eventi in giro per il mondo in cui la gente è la protagonista assoluta. Questo è il suo sito: www.simonaottolenghi.com

Tel: 339/3493106 – email:  simona.ottolenghi@gmail.com

 

INFO LINE:

Per ogni info logistica e sul viaggio contattare:

INFO LINE: Per ogni info logistica e sul viaggio contattare il Capogruppo Simona Ottolenghi:

339 3493106

 simona.ottolenghi@gmail.com

DOCUMENTI NECESSARI:

Per andare in India è NECESSARIO IL PASSAPORTO con almeno 6 mesi di validità e il Visto di ingresso che deve essere richiesto in Ambasciata in Italia. L’Agenzia provvederà a tutte le pratiche.

LA NOSTRA FORMULA:

In Viaggi come questi NON facciamo devi veri e propri workshop con noiose slides, preferiamo scattare sotto la guida dei nostri Coaches fotografi che ti faranno un vero e proprio Corso di Fotografia Personalizzato a partire dalle tue conoscenze per farti migliorare con LA NOSTRA FORMULA. Clicca sul link per saperne di più.

CONDIZIONI METEO E CLIMATICHE:

Qui sotto trovi le previsioni meteo valide per i prossimi giorni, ma in India in quel periodo dell’anno troveremo un clima caldo e secco, senza piogge, il migliore clima dell’anno da quelle parti. Il clima ideale per andare in giro a fare fotografie e assistere alle varie parti del nostro Programma. Per saperne di più sul clima in India, clicca su QUESTO LINK.

VOLI:

Voleremo direttamente su Nuova Delhi CON VOLI DI LINEA Chiedi alla Avventuriamoci il tuo preventivo e il Piano di Volo personalizzato da Roma o da Milano utilizzando il FORM VERDE che vedi qui sopra.

HOTEL:

dormiremo in hotel selezionati e di ottima qualità. Nulla di straordinario, ma centralissimi, puliti, economici e ben recensiti.

TRASPORTI:

Gli spostamenti saranno in Pulmino privato e un tratto con un trenino tipico.

DIFFICOLTA’ DEL VIAGGIO:

Non ci sono controindicazioni da rilevare per questo Viaggio Fotografico che è davvero sicuro e adatto a tutti.

Kerala parco4

© Simona Ottolenghi

 

Kerala parco2

© Simona Ottolenghi